cara vecchia befana – la cartolina di Sonia Nuzzi

UNA CARTOLINA A… 14ª puntata – 8/01/15

Se è vero che… “l’Epifania tutte le feste si porta via”, è altrettanto vero che la Befana quest’anno ha letteralmente spazzato via le residue speranze della Fiorentina di agganciare quel “benedetto” terzo posto, diventato ormai una Chimera per i tifosi viola!
Una sconfitta come quella subita a Parma l’altro giorno, non può non far riflettere sul cammino di una squadra partita con grandi ambizioni (per esplicita dichiarazione del Patron Andrea Della Valle, che a settembre dichiarò di puntare decisamente al piazzamento Champion’s) e che si ritrova invece ad iniziare il nuovo anno solare con la quasi certezza di essere tagliata fuori dal podio del campionato e di veder chiudere un ciclo, durato appena due anni e mezzo, che aveva lasciato intravedere grandi cose per la squadra viola!
Come un brusco risveglio dopo la sbornia di Capodanno, i tifosi accorsi in massa a Parma hanno preso una sberla in pieno viso, dolorosa quanto inaspettata, che li ha svegliati da un sogno bellissimo: quello di vedere finalmente la Fiorentina intraprendere una strada in discesa, senza troppe curve e disavventure… ché di quelle avevamo già fatto il pieno…
Si dirà che la vicenda Neto, gestita come l’irruzione di un elefante in una cristalleria, ha danneggiato gli equilibri dello spogliatoio, ma quanto può aver pesato sulle gambe dei giocatori, apparse molli come non mai al “Tardini” di Parma?
Onestamente la scusa non regge, quando si è professionisti, in ogni settore, dalla catena di montaggio al laboratorio di ricerca più sofisticato, è buona norma lasciare fuori dalla porta problemi e pensieri che possano turbare lo svolgimento della professione. O no?
E allora, cari signori di viola vestiti, cosa vi ha disturbato e distolto dall’impegno nella gara di martedì?
La malinconia per le feste appena finite?
Se è così parliamone, perchè lasciando da parte le facili ironie, non vogliamo dare davvero la colpa alla simpatica vecchietta che vien di notte… eccetera eccetera, anche se è vero che la signora Befana, negli ultimi tre anni, ci ha provocato danni a ripetizione:
nel 2013, sconfitta in casa col Pescara al termine di una partita dominata;
nel 2014 vittoria col Livorno ma infortunio di Giuseppe Rossi nello scontro con Rinaudo, che in pratica lo tiene ancora lontano dal campo;
nel 2015, è storia di pochi giorni fa, sconfitta a Parma e… addio sogni di gloria!
Insomma, non servirà a molto, ma l’anno prossimo sarebbe il caso di non giocare in questo giorno nefasto!

Con affetto, Sonia Nuzzi