Caro Jasmin Kurtic – la cartolina di Sonia

UNA CARTOLINA A… 5ª puntata – 16/10/14

Caro Jasmin Kurtic,
nobile gregario del centrocampo di una Fiorentina “grandi firme”!
Arrivato a Firenze agli sgoccioli di un mercato denso di aspettative, sembravi dover ricoprire il ruolo di un rincalzo di buon livello, ma pur sempre un rincalzo.
E invece, complice la scarsa vena e qualche acciacco dei tuoi colleghi di reparto, a inizio stagione considerati titolari inamovibili, ti sei ritagliato in fretta uno spazio in campo. Il resto lo hai fatto tu, che con impegno e dedizione hai saputo conquistarti la fiducia del mister e la simpatia dei tifosi.
Caro Jasmin, di nazionalità slovena e molto amico di Ilicìc (un punto, questo, non proprio a tuo favore in questo momento…), certo che il gol vincente di Bergamo alla prima da titolare, ha dato una bella spinta alla tua popolarità in maglia viola, ma più ancora del gol e di altre belle prestazioni che ne sono seguite, sono state le tue parole a renderti così simpatico all’ambiente.
Intanto la tenera confessione delle lacrime versate al momento della firma sul contratto che lo avrebbe legato alla Fiorentina; poi, proprio pochi giorni fa, l’intervista – confessione sulla sua vita, costellata di sacrifici prima di diventare un professionista da top-club.
Raccontare a cuore aperto di aver avuto difficoltà economiche ed essere perciò costretto a lavorare in fabbrica, fino a definirsi un “calciatore-operaio”, è un bagno d’umiltà davvero poco usuale per un mondo come quello del calcio, patinato e sopra le righe, comunque sempre poco aderente alla realtà…
E invece, caro Kurtic, col tuo atteggiamento umile e il tuo invidiabile spirito di sacrificio, rappresenti la faccia buona del pallone, quella per cui vale ancora la pena appassionarsi e seguire quello che un tempo era “lo sport più bello del mondo!”

Con affetto, Sonia Nuzzi

Be the first to comment on "Caro Jasmin Kurtic – la cartolina di Sonia"

Leave a comment

Your email address will not be published.