Caro Marco Benassi…per noi sei la prima scelta!

Che per Marco Benassi quella col Torino sarebbe stata una partita particolare, densa di significati ed emozioni, lo si sapeva fin dalla vigilia; la conferma è arrivata al minuto 29 del primo tempo della gara contro i granata: ottimo gesto tecnico in area di rigore, tiro secco, angolato e preciso e vantaggio della Fiorentina!

In quel momento Benassi deve aver rivisto in un attimo il film della sua ancor giovane carriera e, senza farsi sopraffare dalle emozioni, ha deciso di esultare sì per il gol, ma in maniera molto contenuta, come gesto di rispetto per il recente passato, ma anche per il suo presente, che comunque è colorato di viola.

Non dev’essere stato facile, per il nuovo centrocampista viola, decidere in una frazione di secondo come comportarsi, forse ci aveva già pensato prima, o forse no per scaramanzia, fatto sta che andare in gol contro il suo passato ha un significato molto particolare, per un ragazzo, prima ancora che per un atleta, che in pochi mesi si è visto costretto a stravolgere il suo destino, non per sua volontà ma per i capricci di un allenatore che, dopo 10 giornate di campionato, vede già traballare pericolosamente la sua panchina.

Eh si perchè se Benassi è approdato in estate a Firenze, è stato solo a causa di un cattivo rapporto con Sinisa Mihajlovic, il tecnico granata che in pochi mesi, nella scorsa stagione, lo ha retrocesso da capitano della squadra  a terza scelta nel suo ruolo! Una valutazione quantomeno discutibile, alla luce dei fatti odierni, visto che il Torino lo ha sostituito con  l’ex Genoa e Juve Tomas Rincon, protagonista, almeno mercoledì al Franchi, di una prestazione tutt’altro che esaltante…

Benassi invece, dopo un inizio difficile, forse perché impiegato in una posizione non proprio ideale per le sue caratteristiche, si sta ambientando alla grande a Firenze e nella Fiorentina, tanto da aver segnato due gol nelle ultime due partite; due episodi non casuali ma frutto di una nuova collocazione e di conseguenza di un maggiore apporto alla fase offensiva della Fiorentina, ancora alla ricerca di un assetto definitivo in quella zona del campo.

Nato a Modena, 23 anni da poco compiuti, cresciuto fra il nerazzurro dell’Inter, e il granata del Livorno prima e del Toro poi, Marco Benassi si è subito trovato a suo agio col viola indosso; speriamo che la delusione per il brutto epilogo della sua esperienza col Torino, esternata fra l’altro l’estate scorsa con una toccante lettera aperta ai tifosi granata, sia ormai alle spalle e soprattutto sia offuscata da un presente e un futuro (visti i 5 anni di contratto) splendido con la Fiorentina!

I tuoi modi da ragazzo serio e da professionista impegnato, ci sono piaciuti subito, caro Marco, speriamo che il tuo bel momento duri a lungo, per il tuo e il nostro bene!

Con affetto, Sonia Nuzzi