Chi va e chi viene: Agenzia Viaggi Fiorentina!

26 acquisti e 34 cessioni.

Si chiude così, almeno per ora, il mercato estivo straordinario della Fiorentina!

Sono numeri enormi, comunemente fuori da ogni logica, ma sono i numeri  reali del movimento in entrata e in uscita dei giocatori della Fiorentina. 60 giocatori in tutto, transitati in zona stadio, chi per firmare il contratto, chi per salutare la compagnia.                                                              

Roba da fare invidia a un hotel del Centro o a un ristorante sui Lungarni!

Che per i dirigenti viola si sia trattato di un’estate rovente, è evidente già da questo dato. Ma se oltre alle trattative andate in porto, includiamo anche quelle saltate in dirittura d’arrivo, la mole di lavoro è stata davvero notevole.

Appurato che sono problemi che non ci riguardano e che lavorare in miniera è davvero un’altra cosa, la nostra curiosità ci spinge a sfogliare le corpose liste e fare ordine nella testa per capire chi vestirà o chi non vestirà più le maglie Viola, ma anche quelle Bianche, Azzurre, Verdi e Rosse, mutuate dal Calcio Storico Fiorentino e adottate a turno dalla Fiorentina  per le sue gare in trasferta.

Partendo dalle…partenze, salta subito agli occhi come non facciano più parte della rosa ben 8 titolari o quasi della scorsa stagione! A partire dal capitano e dal vice, ovvero Gonzalo Rodriguez e Borja Valero, per continuare col “capitan futuro” Bernardeschi, con la punta di diamante Kalinic, col geometra del centrocampo Vecino, con l’ombroso Tatarusanu e lo sregolato Ilicic, e per finire, proprio in ordine di tempo, col serio Tomovic, immolato come capro espiatorio di una difesa incompleta da troppi anni.

A loro si potrebbero aggiungere almeno altri 4 nomi di giocatori che hanno fatto numerose apparizioni in campo, spesso partendo dalla panchina, come Tello, Salcedo, Milic e De Maio. Infine, proprio nei giorni scorsi, ha lasciato definitivamente Firenze, destinazione Messico, anche Mati Fernandez, praticamente fuori dai piani di Pioli dopo il suo rientro dal prestito al Milan.

A questi 13 nomi ne vanno aggiunti un’altra ventina di giovani di belle speranze mandati a maturare altrove o rispediti al mittente dopo periodi più o meno lunghi di prova.

Quanto agli acquisti, come detto ben 26, ovviamente non tutti saranno stabilmente in prima squadra, ma per molti di loro l’occasione per mettersi in luce e farsi considerare da mister Pioli è davvero ghiotta.

Sicuri titolari, a meno di clamorose sorprese, dovrebbero essere i due attaccanti Simeone e Thereau, un giovane e un esperto del ruolo, in grado di formare una coppia ben assortita là davanti, Babacar permettendo…

Vedremo spesso in campo sicuramente anche l’ex-Toro Benassi (nella foto con Biraghi), uno dei  colpi di mercato più apprezzati (forse perché più conosciuti…) dai tifosi viola, il duo francese Veretout ed Eysseric (quest’ultimo già ai box per infortunio), l’ex pescarese Biraghi e l’argentino Pezzella, di cui si dice un gran bene.

Hanno già intravisto in campo anche i portoghesi Gil Dias e Gaspar e il brasiliano Vitor Hugo, mentre c’è attesa per valutare l’inserimento di un altro francese, pur se da anni in Italia anzi, in Toscana, come Laurinì.

Oltre a loro, tanti altri giovani di belle speranze, che dovranno dimostrare di meritare il campo e, soprattutto, la prestigiosa maglia viola. Insomma, una squadra piena di incognite e tutta da scoprire.

Una delle poche certezze è che quest’anno la lingua più parlata negli spogliatoi sarà il francese. Molti preferivano probabilmente lo spagnolo, ma tant’è…l’importante è che lo gradiscano (e soprattutto) lo capiscano) Pioli e i suoi collaboratori!!!

 Sonia Nuzzi