Grazie lo stesso… – La cartolina di Sonia Nuzzi

UNA CARTOLINA A… 24ª puntata – 20/03

Grazie lo stesso Fiorentina!

Grazie per averci fatto vivere una serata da sogno e per aver sfiorato l’impresa. Si perché, diciamolo pure senza vergogna, per la Fiorentina passare il turno contro un’avversaria indubbiamente più forte per organico ed esperienza, sarebbe stata un’impresa. Questo sulla carta, prima di giocare le due partite, perché invece, dopo averle giocate, non sarebbe certo stato uno scandalo eliminare l’odiosa squadra bianconera.

E proprio la consapevolezza di aver sfiorato l’impresa, cioè il passaggio del turno, ha lasciato in tutti quelli che amano la Fiorentina una profonda amarezza, un senso di incompiutezza che sarà difficile da digerire…

Perché l’impressione, anzi, la convinzione di tutti i tifosi viola è che sia mancato davvero poco per ottenere la qualificazione: in fondo la Fiorentina stava controllando la partita piuttosto agevolmente e senza correre troppi rischi, fino al 68′, fino a quel maledetto “raptus” di Gonzalo Rodriguez, uno dei pilastri della squadra, che in un attimo ha cambiato le sorti della partita, della qualificazione e, forse, dell’intera stagione viola.

Un episodio, quello che ha spostato il piatto della bilancia in favore dei bianconeri, assolutamente inaspettato e, a quel punto, irrecuperabile.

E dire che i presupposti sembravano esserci tutti per vivere una serata trionfale: l’atmosfera che si respirava in città, in una giornata inondata dal sole del primo giorno di primavera, era di quelle gioiose, che inducono pensieri positivi; poi c’era il ritorno di Rossi a Firenze, a rendere più dolce l’attesa per la “reunion” della coppia dei sogni con super-Mario Gomez.

Infine, ma non ultima, la consapevolezza che la squadra avesse ritrovato lo smalto dei giorni migliori e fosse perciò in grado di mettere in difficoltà, ancora una volta, la nemica storica in uno scontro da “dentro o fuori”.

E il campo sembrava autorizzare i sogni di gloria, con un primo tempo giocato quantomeno alla pari, sprecando qualche ghiotta occasione per segnare, senza soffrire neanche tanto.

Montella aveva preparato un piano tattico davvero efficace per imbrigliare gli avversari e tutto stava filando liscio, fino al fatidico 68′ che ha scombinato i piani di tutti…

Peccato, ma non sarà un episodio a sminuire il valore della Fiorentina. I tifosi dovranno continuare ad essere orgogliosi di una squadra che in due anni appena è risorta dalle proprie ceneri e sta raggiungendo risultati altissimi.

Non dimentichiamo infatti che il prossimo 3 maggio la Fiorentina ci farà vivere un’altra serata di grande intensità, quando contenderà la Coppa Italia al Napoli.

E quella sera, potrebbe essere davvero la volta buona per alzare finalmente un trofeo al cielo!

Con affetto,

Sonia Nuzzi

Be the first to comment on "Grazie lo stesso… – La cartolina di Sonia Nuzzi"

Leave a comment

Your email address will not be published.