La cartolina di Sonia a Giuseppe Rossi

UNA CARTOLINA A… 29ª puntata – 23/04/14

Caro Giuseppe “Pepito” Rossi,
quanto ci sei mancato! Sono passati ormai 110 giorni da quel maledetto contrasto col livornese Rinaudo e dalla tua uscita dal campo con le lacrime sul viso…
E’ passato l’inverno, la primavera è già inoltrata ma la tua mancanza si è fatta sentire e tanto! Oltre al dispiacere per la tua assenza in campo e per le potenzialità che avrebbe potuto avere l’attacco viola grazie al tuo apporto, c’era anche l’umana comprensione per un ragazzo baciato dalla sorte per le sue indubbie e innate qualità calcistiche ma altrettanto sfortunato per gli infortuni a ripetizione subiti… Una malasorte francamente inspiegabile nel suo accanimento, che avrebbe stordito un toro ma non il ragazzo del New Jersey che, appena superato il comprensibile scoramento, ha cominciato subito e con grande grinta a lavorare per tornare in campo.
Certo, l’obiettivo rappresentato dal Mondiale in Brasile è di quelli stimolanti, ma la tua caparbietà, caro Pepito, nel voler tornare prima possibile in campo per aiutare la Fiorentina, è stata molto apprezzata da tutti, proprio tutti, gli sportivi.
Non solo quelli fiorentini, chiaramente di parte, ma anche gli altri, che si augurano le tue prodezze in maglia azzurra per sognare una finale quasi impossibile.
A noi, caro Pepito, interessa più che altro (o soprattutto) la Fiorentina e quell’appuntamento ormai vicinissimo con la partita che potrebbe svoltare l’intera stagione: la finale di Coppa contro il Napoli.
Sappiamo che hai lavorato con grande impegno per esserci e una presenza, seppur limitata nel tempo, a Bologna, potrebbe essere il viatico giusto per arrivarci. Siamo tutti con te, caro Giuseppe, tratteniamo il fiato e facciamo un gran tifo per il tuo ritorno, perché lo meriti e anche noi lo meritiamo!!!

Con affetto,
Sonia Nuzzi

Be the first to comment on "La cartolina di Sonia a Giuseppe Rossi"

Leave a comment

Your email address will not be published.