La Lazio a Firenze? Una vera sciagura!!!

Sarà che siamo a fine stagione, sarà che sono le polemiche a farla da padrone, sarà infine che la novella dello stento dell’aggancio al sesto posto ha ormai francamente stancato, fatto sta che la terz’ultima di campionato non sembra accendere l’entusiasmo dei tifosi viola. Eppure l’avversaria di turno, la Lazio, non è certo un avversario comodo, sia per i recenti trascorsi in campo, sia per la poca simpatia esistente da sempre fra le due squadre e, soprattutto, fra le due tifoserie!

Spulciando i numeri poi, si comprende ancora meglio il motivo dello scarso feeling coi biancocelesti: nelle ultime 6 trasferte a Campo di Marte la Lazio ha ottenuto addirittura 5 vittorie, concedendo ai viola solo un successo a Firenze.  L’ultimo pareggio è addirittura precedente: 4 ottobre 2009, partita terminata 0-0.           

Nel 2010-2011 e nel 2011-2012 finì 2-1 per i biancocelesti; in entrambe le occasioni, illusorio  vantaggio viola (una volta di Ljaijc, una volta di Cerci) e successivo sorpasso laziale nella ripresa. Nel 2012-13 l’unica vittoria viola in tempi recenti: 2-0 grazie alle reti di Ljaijc e Toni. Nel marzo del 2014 la Lazio torna a vincere a Firenze: 1-0 con gol del semi-sconosciuto Cana e tutti a casa. L’anno successivo, anzi, appena sei mesi dopo (18 ottobre 2014) , altro tonfo: 0-2 con reti di Djordjevic e Lulic.                                   Si arriva all’anno scorso: la Fiorentina è reduce da una meravigliosa prima parte di stagione, vissuta a lungo da capolista; al Franchi, subito dopo le feste, arriva una Lazio in piena crisi di risultati, ma alla fine l’esito è lo stesso, anzi, persino più rotondo: 3-1 con gol  Keita appena prima l’intervallo e finale pirotecnico con tre gol oltre il 90’: il quasi ex  Milinkovic-Savic raddoppia al 92’, Roncaglia dimezza lo svantaggio al 94’, e infine, al 96′ Felipe Anderson chiude sul 3-1! In totale, nei 67 precedenti disputati a Firenze, i viola hanno vinto 31 volte, 17 sono state le sconfitte e 19 pareggi, con 106 gol fatti e 65 subiti. Insomma, la classica partita da prendere con le molle e poco importa se Inzaghi farà ricorso ad un massiccio turn-over in vista della finale di Coppa Italia: la Fiorentina è bravissima a complicarsi la vita da sola!!!

S.Nuzzi